Ottmar Kiefer

Artista - Nato in Germania, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Kassel e dal 1989 vive tra l’italia e la Germania dove risiede a Berlino. Si occupa di fotografia sperimentale, arte concettuale, video, installazioni ed elettronica, realizzando un vasto numero di lavoro multimediali ed sculture - oggetti d’uso dove la tecnologia viene indagata e visualizzato il permanere del fattore umano come indispensabile elemento di interazione e decodificazione soggettiva. Artista multimediale ha realizzato un vasto numero di mostre in Europa e ha partecipato con installazioni graffianti ad alcune edizioni della Biennale di Venezia. Tra le installazioni Marmi d’Italia con imballaggi trasfigurati da proiezioni di marmi. Per Arte in Citta, realizza a Bologna una suggestiva ed intrigante installazione-percorso di arte a scala urbana. Sempre a Bologna realizza per il Centro di Cultura Visiva la mostra performance Perché No? allestita a Palazzo Isolani. L’installazione, Oniscus Murarius viene allestita in esposizione permanente all’Istituto per l’Arte Contemporanea di Berlino. Per l’Istituto di Cultura Germanica realizza un lavoro sonoro interattivo con il pubblico ed per la Fine Art Galerie R. Vostell realizza un’istallazione con richiami di uccelli e voce sintetica. Sul rapporto interpersonale mediato dalla tecnologia realizza Silence Box e nel Convento di San Domenico, Spazio espositivo ex- Stalloni di Reggio Emilia, realizza 10961 Furbringer Neun, installazione con Costantino Ciervo e sempre in Italia la mostra Silenzio: sei meditazioni oltre il rumore.Progetti artistici che riflettono sulla valorizzazione di un rapporto tra natura e tecnologia, difficile ma imprescindibile, dove Kiefer vuole evidenziare il fatto che il contenuto tecnologico deve però convivere mai prescindere dalla componente poetica.