Paolo Portoghesi

Architetto - L’architetto romano Paolo Portoghesi è uno dei maggiori esponenti della architettura italiana. Per dieci anni Presidente della Biennale di Venezia, ha proposto la reintegrazione della memoria nell’architettura moderna divenendo capofila del movimento Postmoderno in Italia, per la prima volta ufficialmente rappresentato nella prima edizione della Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia del 1980, da lui diretta che ebbe come manifesto l'istallazione Strada Novissima in cui architetti di fama internazionale furono chiamati a disegnare ognuno una diversa facciata di una strada, metafora di un percorso verso una nuova architettura. Autore di pubblicazioni sulla storia e sulle problematiche dell’architettura ha operato anche nella ricerca storiografica di settore. Critico d'arte, studioso del Barocco romano e in particolare di Borromini, ha diretto le riviste Controspazio, Eupalino e Materia. Per i meriti conseguiti nell'ambito della sua attività professionale e culturale, è stato nominato membro dell'Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, dell’Accademia dei Lincei di Roma e dell’American Institute of Architects. Preside del Politecnico di Milano ha ricoperto l’incarico di professore di progettazione alla Sapienza di Roma. Tra le opere di architettura più note spiccano la Corte Reale giordana ad Amman, l’ambasciata italiana a Berlino e il Centro Islamico Culturale a Roma.