Shigeru Ban

Architetto - Shigeru Ban, tra le firme più prestigiose del Giappone, nasce a Tokyo e dopo studi internazionali e un tirocinio con Arata Isozaki, fonda nel 1985 la Shigeru Ban Architects. Lo studio progetta il padiglione giapponese all’Expo di Hannover del 2000 e nel 2010 realizza il nuovo Centre Pompidou-Metz. Shigeru Ban oltre a cercare linguaggi innovativi, propone un’architettura basata su materiali a basso costo, riciclabili, ma durevoli. L’uso di tubi in cartone, sperimentato già dal 1986, simboleggia la forte tensione del progettista giapponese rivolto alla leggerezza e alla libertà creativa. Shigeru Ban realizza opere d’architettura, interni e elementi di arredo in tubo di cartone con una personale poetica progettuale che si rifà alla più pura tradizione giapponese e dalla grande suggestione quali il Mijakw Design Studio Gallery realizzato per il grande stilista Giapponese. La portata innovativa delle tecniche di costruzione sperimentate da Shigeru Ban assunse una particolare risonanza con le abitazioni realizzate a Kobe (Giappone) a seguito del terremoto del 1995. Dopo quell’esperienza, la Shigeru Ban Architects in qualità di Consultente del United Nations High Commissioner for Refgees (UNHCR), realizza le “case di carta” in Turchia, India e Sri Lanka. Recentemente in Abruzzo, progetta la sede avveniristico del conservatorio dell’Aquila e in Giappone, a seguito del terremoto e tsunami, realizza centri a Okinawa. Non meno importante è il contributo di Shigeru Ban nella realizzazione di edifici residenziali, costruiti con metodi e materiali tradizionali, con caratteristiche di grande eleganza e originalità. Al suo lavoro vengono dedicate importanti mostre tra cui quella al Museum of Modern Art di New York.