Aldo Vandini

Il campanile costituisce, soprattutto in scala territoriale, un elemento emergente molto evidente.
Nelle proposte, l’intenzione è quella di esplorare la possibilità di reinterpretare tale tipologia in chiave contemporanea, con materiali inusuali posti in opera con leggerezza, sottolineando la sua valenza simbolica di elemento di richiamo, ma evidenziando allo stesso tempo le sue potenzialità funzionali di “canocchiale visivo”, implicite nelle sue forme e dimensioni.
In tale direzione si opta per la trasparenza o per forature geometriche che incorniciano improvvisi frammenti di paesaggio; in entrambi i casi viene previsto un ascensore per salire la cui trasparenza enfatizza e rende possibile l’osservazione di quanto ci circonda.
Nella proposta in cui vengono sovrapposti parallelepipedi in massello di larice, le forature circolari sono veri e propri tunnel visivi, come le pareti in plexiglass forte spessore che rivestono la struttura metallica bianca , ci lasciano galleggiare sospesi nel paesaggio fino a giungere in terrazze panoramiche ricavate all’interno delle quattro falde sempre in massello di larice. “…up to the sky…” in memoria di qualcosa che non c’è più ma che ci deve lasciare emozioni forti e segni di presenza.