Antonio Iascone

Sulle macerie attuali, segno indelebile di un evento da ricordare, appoggiamo un volume effimero, trasparente, leggero in contrasto con la “gravità” del terremoto. Allo stesso tempo custode della memoria in quanto contenitore dei frammenti delle macerie degli edifici crollati durante il sisma compresi gli orologi, testimoni di quel preciso istante in cui la vita si è interrotta.
Il progetto è di Antonio Iascone - Ingegneri Architetti